OMAGGIO A IVAN VANDOR

  • Sala Casella
  • domenica 14 Novembre 2021
  • ore 17:30

Alda Caiello voce
 
CONTEMPOARTENSEMBLE
Arcadio Baracchi flauto
Clara Riccucci clarinetto
Paolo Faggi corno
Matteo Fossi pianoforte
Duccio Ceccanti violino
Edoardo Rosadini viola
Jacopo Gaudenzi violoncello
 
Vittorio Ceccanti direttore e violoncello
 
 
Ivan VANDOR
 
Impromptu Miniature (2020)
per violoncello solo
 
Violino Solo (2017) per violino *
 
Quartetto con clarinetto (2020)
per clarinetto, violino, violoncello e pianoforte
 
In memoriam Tadeusz Moll (2007)
per flauto/flauto contralto, clarinetto/clarinetto
basso, corno, violino, viola e violoncello
 
Un Canto (2020) *
per contralto e cinque strumenti con testo
di Judah al-Harizi 
 
*composizioni in prima esecuzione assoluta
 
Compositore, sassofonista jazz, ricercatore, musicologo, docente, Ivan Vandor sembra aver vissuto mille vite. Nato a Pécs, in Ungheria nel 1932, si è trasferito in Italia nel 1938 dove ha iniziato gli studi musicali. Diplomato in composizione con Goffredo Petrassi, è stato tra i protagonisti dell’avanguardia musicale negli anni Sessanta partecipando alle importanti esperienze di Musica Elettronica Viva e del Gruppo di Improvvisazione di Nuova Consonanza.
 
Negli anni Settanta, dopo studi di etnomusicologia alla University of California at Los Angeles, ha condotto importanti ricerche sulla musica del buddhismo tibetano, divenendo successivamente direttore dell'International Institute of Comparative Studies di Berlino Ovest, fondato da Alain Daniélou. Nel 1983 torna in Italia per insegnare composizione al Conservatorio di Bologna e successivamente al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Le sue composizioni sono state seguite in diversi festival e stagioni concertistiche – la Filarmonica gli aveva dedicato una serata al Teatro Olimpico per i suoi ottant’anni – e trasmesse su radio nazionali e internazionali.
Scomparso nel novembre 2020, Vandor ha lasciato una sorta di “testamento musicale” che è il concerto che la Filarmonica è onorata di accogliere in questa serata. 
 

 

 
 
 
 
L'accesso agli spettacoli per la Stagione 2021/2022 è consentito esclusivamente ai soggetti muniti delle certificazioni verdi COVID-19 ai sensi del D.L.105/2021, c.d. Green Pass. Info complete a questo link.
 
In sala è obbligatorio indossare la mascherina chirurgica o superiore (FFP2) per tutta la durata del concerto.